La farina integrale: falsi miti e nuove idee

La farina integrale: falsi miti e nuove idee

Entrati al supermercato in uno dei tanti sabati pomeriggio dedicati alla scorta da dispensa, tra la gente, gli slalom con i carrelli passando da uno scaffale all'altro, si arriva in velocità alla corsia che appartiene alla famiglia del rifornimento: il settore con pasta, pane e farine.

Presi da una lista della spesa che rumoreggia "qualità/prezzo" ci ricordiamo di quelle voci di quotidiani o trasmissioni che tra le righe sembrano dirci troppo spesso di preferire tutto ciò che è poco lavorato... quale soluzione migliore, allora, di due sacchi di farina integrale e qualche pacco di pasta? Il tempo della corsa riprende e la spesa continua con soddisfazione.

Quando la farina è veramente integrale?

Rientrati tra le mura di casa abbiamo tempo per soffermarci a leggere le etichette dei prodotti: potremmo trovarci davanti ad una farina definita integrale che, però, riporta la dicitura "mix di farine". Cosa significa? Abbiamo sbagliato prodotto? Non totalmente, ma non si tratta della farina poco lavorata che abbiamo cercato con cura.

La farina integrale, infatti, si caratterizza di una macinatura spesso a pietra che, lentamente, va a eliminare meno crusca rispetto a quanta ne viene tolta dalle farine raffinate. Ecco perché, nutrizionalmente parlando, viene consigliata: è ricca di fibre e conserva tutte le sostanze nutritive quali vitamine, sali minerali e amminoacidi. Sul piano dietetico, è indubbiamente più saziante delle sorelle "bianche".

Raccomandata per sopperire alle carenze di un'alimentazione che troppe volte non rappresenta il giusto equilibrio tra le differenti componenti nutritive, la scelta dell'integrale non implica uno stop categorico alle farine raffinate. In una dieta ricca e variegata, infatti, la scelta delle componenti molto lavorate come le farine bianche 0 e 00 non è sconsigliata.

La farina in Bottega: ecco dove trovarla

Se il supermercato ci inganna per quella scelta troppo vasta dei prodotti, dove possiamo acquistare quello che cerchiamo nella piena sicurezza di trovare ciò che desideriamo? Sicuramente in quei luoghi che della qualità fanno il loro tratto distintivo e della relazione con il cliente il loro punto di forza, non rimarremo delusi.

La Bottega di Orlando, che a Sassuolo trova sede ma che nel suo e-commerce offre gli stessi prodotti valutati dai clienti, risponde perfettamente alla descrizione. Per quanto riguarda le farine, poi, fa decisamente al caso nostro.

Testate prima nella cucina e riportate, poi, sugli scaffali, sul piano degli integrali spiccano la Farina integrale di segale e quella di farro integrale bio del Mulino Marino. Ricche di vitamine a livello di valori nutrizionali, entrambe sono indicate per la preparazione di tutti quei prodotti da forno che colorano le atmosfere casalinghe e ne profumano gli interni.

Per trovare un equilibrio che accontenti tutti i gusti, allora, potremmo provare a tramutare quel "mix di farine" che se riportato nell'etichetta è indice di lavorazione poco raffinata, in mix positivo che rispecchi una dieta varia e che mischia, per l'appunto, gusti e lavorazioni promuovendo sulla tavola tutte le gradazioni di farine. 

Commenti

Lascia un commento